Si è spenta, ieri, all’età di ottantotto anni, Giuliana Minuzzo Chenal, campionessa delle Sci alpino, che ha di fatto tracciato una nuova via per quanto concerne lo sport al femminile.

Nata nella provincia di Vicenza, poi trasferitasi a Cervinia con il suo allenatore, Cesare Chenal – poi diventato suo marito – è stata la prima azzurra a vincere una medaglia olimpica – il bronzo in Discesa libera nel 1952, a Oslo – e ancora un bronzo, in Gigante, a Squaw Valley, nel 1960. A Cortina, nel 1956, oltre a diventare la prima donna a pronunciare il Giuramento olimpico, i due quarti posti in Discesa e in Slalom le valsero il bronzo in Combinata dei Campionati Mondiali, titolo inserito oltre all’assegnazione dei titoli a Cinque cerchi. Al di là delle superbe prestazioni a livello internazionali, Giuliana Minuzzo Chenal vanta poco meno di una ventina di medaglie conquistate nei Campionati italiani.

Per tutto il mondo sportivo, non solo quello delle discipline invernali – commenta Marco Mosso, presidente del Comitato Fisi-Asiva – oggi è un giorno molto triste. Giuliana Minuzzo Chenal non è stata soltanto una grandissima campionessa, con risultati altisonanti a livello mondiale, ma il suo approccio allo sport ha fatto da battistrada all’apertura al professionismo femminile negli sport invernali odierni. Per certo, da oggi lo sport italiano e lo Sci alpino sono più poveri: la scomparsa di Giuliana rappresenta un vuoto difficilmente colmabile. A tutta la sua famiglia vanno le condoglianze mie personali, di tutto il Consiglio direttivo e dei past president Asiva: è stato un onore conoscerla e condividere con lei un percorso sportivo e umano”,

Molteplici i messaggi di cordoglio giunti nella giornata di ieri. Da quello del presidente Fisi, Flavio Roda, e dal presidente della Regione autonoma Valle d’Aosta, Erik Lavevaz, e dell’assessore regionale allo sport, Jean-Pierre Guichardaz, che ricordano l’attribuzione dell’onorificenza di Chevalier de l’Autonomie a Giuliana Chenal Minuzzo nel 2012.

Giuliana Minuzzo Chenal lascia le figlie Donatella e Silvana. Le esequie saranno celebrate sabato 14 novembre, alle 14.30, nella chiesa di Sant’Orso.

Minuzzo Chenal
Giuliana
Oslo NOR 1952 Medaglia di bronzo  – discesa libera
8° posto – slalom speciale
20° posto – slalom gigante
Cortina d’ Ampezzo ITA 1956 4° posto – discesa libera
4° posto – slalom speciale
13° posto – slalom gigante
Squaw Valley USA 1960 Medaglia di bronzo – slalom gigante
10° posto – slalom speciale
Minuzzo Chenal Giuliana Cortina ITA 1956 Medaglia di bronzo in combinata