Esordio del circuito Gros Cidac versione Sci alpino, questa mattina, a Pila, con la disputa dello Slalom Allievi, che ritrova protagonisti gli atleti del sodalizio di casa e, nell’occasione, organizzatore della gara, lo Sc Pila. Il sodalizio presieduto dal neo presidente Eugenio Pinelli vince a livello individuale, con Ilaria Pinelli e Federico Vietti, e s’aggiudica il successo a livello di società, precedendo in questa classifica lo Sc Aosta e lo Sc Courmayeur MB. Giornata splendida nel comprensorio sciistico a monte del capoluogo regionale: sole, visibilità ottima, pista che ha perfettamente tenuto al passaggio dei 150 iscritti e termometro fermo sui 5° sotto zero. Slalom in due manche, sulla pista la Nouva, con tracciati di 55 e 54 porte al femminile, e di 60 e 56 al maschile, pali stretti disposti di Hans Gerbelle e Laurent Praz.

Avvincente la competizione in rosa, con graduatoria a metà gara che vede che vede cinque atlete in meno di un secondo; a vincere, di rimonta, Ilaria Pinelli (Sc Pila), terza dopo la prima manche, che fa registrare il miglior tempo parziale e chiude con un complessivo 1’39”30. Alle sue spalle, distanziata di 26/100, Carlotta Mazzocco (Sc Chamolé; 1’36”56) e, a 72/100, Elisa Fornari (Sc Aosta; 1’40”02). Quarto posto a Jacqueline Fiorano (Sc Chamolé; 1’40”98), prima a metà gara, e al quinto posto Margaux Truc (Sc Aosta; 1’42”00).

In campo maschile, dalla conclusione della prima manche, si lottava soltanto per le posizioni dal secondo posto in poi; Federico Vietti (Sc Pila), a metà gara era saldamente al comando, con oltre 2”50 di vantaggio su tutti gli altri. Vietti chiude con il crono complessivo di 1’32”46, a precedere la coppia dello Sc La Thuile Rutor: Niccolò Aldera (1’36”56) che recupera una posizione sul compagno di sodalizio André Barailler (1’36”86). Fuori dal podio i due portacolori dello Sc Aosta, Jean-Claude Ferrod (1’37”28) e André Pellissier (1’37”68).

CdM Sci alpino

Vittoria ex-æquo nella Discesa libera valida per la Coppa del Mondo di Sci alpino maschile di Bormio dell’austriaco Hannes Reichelt e dell’altoatesino Dominik Paris (1’58”62). In 31° posizione Siegmar Klotz (Cse) e, sfortunato 34°, Matteo Marsaglia (2’01”54).

L’alpino romano di nascita agonistica in Val di Susa ha dovuto ripetere due volte la gara: l’atleta che lo precedeva è caduto ed è finito nelle reti di protezione; Marsaglia aveva già preso il via ed stato fermato lungo il percorso dalle bandiere gialle. Tornato in partenza, su una pista molto impegnativa dal punto di vista fisico, ha concluso fuori dalla zona punti.