La trasferta tedesca di Dresda della Coppa del Mondo di Fondo si chiude con il sesto posto della coppia Federico Pellegrino – Stefan Zelger nella Team Sprint.

Dopo una gara controllata, nel finale si staccano cinque formazioni: a vincere è la Francia di Jay Renaud – Lucas Chanavat (14’30”66) davanti alla Svezia (Marcus Grate – Johan Haeggstroem; a 9/100) e alla Russia (Andrey Krasnov – Gleb Tetivykh; a 18/100). Italia I, con Federico Pellegrino (Fiamme Oro) e Stefan Zelger (Cse), proprio con il poliziotto di Nus vince la volata del gruppo e conclude al sesto posto, con un ritardo di 6”55. Non supera lo scoglio delle qualifiche ed è 24° Italia II, con Maicol Rastelli (Cse) e Michael Hellweger.

Al femminile, vittoria della Svezia, con Maja Dahlqvist e Linn Svahn. Eliminate in qualifica Greta Laurent (Fiamme Gialle) e Lucia Scardoni, 14°, e Alice Canclini (Cse) e Lucia Scardoni, che chiudono in ventitreesima posizione.

EC Snowboard

Due Snowboardcross validi per la Coppa Europa, ieri e oggi, a Puy-Saint-Vincent (Francia), alla presenza di numerosi atleti e atlete di Coppa del Mondo. Nella prima gara, successo di Nelly Moenne Loccoz. Al 24° posto Alice Bruno (Aosta Snowboard club). Al maschile, doppietta transalpina con Merlin Surget e Ken Vuagnoux, con terzo il bergamasco Thomas Belingheri. Ottavo Tommaso Leoni (Cse); 14° Filippo Ferrari (Cse); 29° Devin Castello (Aosta Snowboard club); 43° Alessandro Giuseppe Cannatà (Aosta Snowboard club); squalificato Yannick Favre (Snow Team Courmayeur).

Nella replica odierna, Chloé Trespeuch precede Nelly Moenne Loccoz. Al 23° posto Alice Bruno. Nei maschi, seconda piazza di Filippo Ferrari alle spalle di Merlin Surget. Al 22° posto Devin Castello; 32° Tommaso Leoni; 45° Alessandro Cannatà; 48° Yannick Favre.

CdM Sci alpino

(dal sito www.fisi.org) Federica Brignone: “Ho iniziato il 2020 con il piede giusto, il lavoro fatto dopo Natale sta pagando. Sto sciando bene, ho gestito bene la pressione nonostante una concorrenza ampia. Tre erano molto pericolose e sono andate, fuori ma il SuperG era molto difficile. In slalom ho provato ad attaccare ma dopo la mia manche pensavo di non farcela. Il secondo posto nella generale non mi interessa perché mancano ancora troppe gare. Penso a una gara alla volta, Certo, sciando così me la gioco in ogni occasione. Sono molto gasata in vista del Sestriere, sarà fantastico vedere tanti tifosi che faranno il tifo per noi; indosserò il pettorale di leader in Gigante e sarà un’ulteriore spinta per andare forte”.