Quinto successo, terzo consecutivo, di Dominik Paris nella Discesa libera di Bormio (Sondrio), tappa della Coppa del Mondo di Sci alpino maschile. Non benissimo tutti gli altri azzurri, ad eccezione per il buon 40° posto di Guglielmo Bosca, in proiezione soprattutto del SuperG e della Combinata in programma domenica.

Vince nettamente Dominik Paris (1’49”56), e gli avversari più vicini sono a 39 e 42/100: lo svizzero Beat Feuz (1’49”48) e l’austriaco Matthias Mayer (1’49”98). In 37° posizione Matteo Marsaglia (Cse; 1’53”02); 40° Guglielmo Bosca (Cse; 1’53”13); 56° Davide CAzzaniga (Cse; 1’55”48); Henri Battilani (Cse; 1’56”93).

Domani la seconda Discesa libera del programma (oggi era il recupero della Val d’Isère); domenica il SuperG e lo Slalom valido per la Combinata alpina.

CdM Sci alpino

(dal sito www.fisi.org) Federica Brignone si presenta sulla pista ‘Schlossberg’ con il pettorale di leader nella specialità, il secondo posto nella generale e il successo nel 2017, ultimo anno in cui si corse a Lienz. “Continuerò ad avere la mente libera, altrimenti tirerei involontariamente il freno a mano – spiega -; sono qui per sciare bene dall’inizio alla fine delle due manche, mi sento bene. È stato bello passare qualche ora con la mia famiglia, ho voglia di confrontarmi sia in Gigante, sia in Slalom e divertirmi. Nessuno ha visto la pista, penso che gli organizzatori l’abbiano bagnata. Qui è tenuta sempre bene ed è dura, non c’è mai una porta uguale all’altra e gira senza sosta, si tratta di una pista alla vecchia maniera e stretta. Ciò che farà la differenza nella seconda manche è che le prime godranno di una buona visibilità rispetto alle ultime che troveranno molta meno luce. Voglio chiudere il 2019 con una conferma; è stata un’annata in cui mi sono divertita sia sotto il profilo personale sia sportivo. A livello di risultati, nella scorsa stagione mi è mancato qualcosa, mi impegnerò affinché il 2020 sia ricco di nuove soddisfazioni”.