Una grande seconda manche non è sufficiente per recuperare i 59/100 di svantaggio accumulati a metà gara, ma Federica Brignone ha strappato, ieri sera, il secondo posto nel Gigante –accorciato per il forte vento – di Coppa del Mondo di Killington (Stati Uniti) alle spalle della cuneese dell’Esercito, Marta Bassino, alla sua prima vittoria nel circuito bianco.

Settima al termine della prima manche, nella seconda Federica Brignone (Cs Carabinieri; 1’38”45) attacca da par suo, fa segnare il miglior tempo parziale e recupera cinque posizioni, salendo sul secondo gradino del podio. Meglio della Brignone fa Marta Bassino (Cse; 1’38’19”), che perde dalla valdostana 33/100 ma riesce a mantenerne 26 che le valgono la prima vittoria in Coppa del Mondo (in precedenza avere conquistato cinque podi). Chiude in 26° posizione Francesca Marsaglia (Cse; 1’40”96; a 2”77).

CdM Sci nordico

Si è concluso, oggi, il mini-tour di Ruka (Finlandia) con l’Inseguimento in tecnica libera, dominato ancora dal norvegese Johannes Hoesflot Klaebo. Il fuoriclasse norvegese si è imposto con il tempo di 35’29”7, a precedere il connazionale Emil Iversen (35’31”5) di 1”8 e, a 11”1, il finlandese Ilvo Niskanen (35’40”8). Al via con il pettorale 10, chiude in 19° posizione Federico Pellegrino (Fiamme Oro; 38’06”3; a 2’36”6); con il 26, Francesco De Fabiani (Cse), che con il crono di 39’08”9 si piazza al 32° posto, attardato di 3’39”2); 56° Stefan Zelger (Cse; a 5’33”2).

Al femminile, tripletta norvegese grazie a Therese Johaug (25’48”0), davanti a Heidi Weng (a 1’11”3) e a Astrid Uhrenholdt Jacobsen (a 1’13”3). Non ha preso il via Greta Laurent (Fiamme Gialle); migliore delle azzurre, 41°, Lucia Scardoni (a 4’28”3).