Esordio anche del Biathlon sulle nevi bosniache di Sarajevo (Bosnia Erzegovina) con la Sprint, sia maschile, sia femminile, dove si registrano le buone prestazioni degli azzurri e, nella fattispecie, di Martina Trabucchi e Francesco Petitjacques.

Nella 7,5 km maschile, vittoria del francese Eric Perrot (24’31”7; 0 1), davanti allo sloveno Lovro Planko (24’40”9; 1 2) e al russo Ilia Anisimov (24’51”6; 1 0). Il migliore degli azzurri, 15°, è il cuneese Stefano Canavese (26’11”5; 0 1; a 1’39”8); 17°, unico tra gli 88 atleti al via ( e anche tra le 79 della gara al femminile) con un doppio zero al poligono, Francesco Petitjacques (Sc Bionaz Oyace; 26’15”4; 0 0; a 1’43”7); 43° Fabio Piller Cottrer (a 3’11”0; 1 0); 45° Daniel Oberegger (a 3’14”1; 0 3).

Sei km per la competizione femminile, vinta dalla norvegese Hanna Boerve (22’13”5; 1 0) a precedere, di 12”1, la svizzera Lea Meier (0 1) e la canadese Anna Gandler (a 33”4; 0 2). Migliore tra le azzurre, 14°, Rebecca Passler (a 1’37”8; 2 1); non velocissima sugli sci e 18° all’uscita dal secondo poligono, e 19° Martina Trabucchi (Sc Brusson; 23’51”3; a 1’37”; 1 1); in 23° posizione Linda Zingerle (a 2’06”9; 1 3); 31° Hannah Auchentaller (a 2’22”5; 2 1).

Domani, alle 10 e alle 13, l’Inseguimento, 12,5 km maschile e 10 km femminile.

com _ 341 – 19

19-02-12 _ yeof.sprint