Splendida prestazione e secondo gradino del podio per Federico Pellegrino nella Sprint a tecnica libera di Oberhof (Germania), seconda giornata del Tour de Ski. Dopo il Prologo, disputato ieri, oggi gli organizzatori tedeschi sono stati costretti a modificare il programma originario a causa delle non buone condizioni d’innevamento: non più Inseguimento, bensì la Sprint skating. Alla vigilia della trasferta in Turingia, Pellegrino era contento per il cambio di specialità, e subito ha approfittato della situazione: secondo, di un nonnulla, alle spalle dello svedese Calle Halfvarsson, con terzo, a distanza di sicurezza, il norvegese Sundby.

Tredicesimo crono nella qualificazione contro il tempo, Federico Pellegrino (Fiamme Oro) si è imposto d’autorità nella sua batteria dei quarti; in semifinale concludeva secondo, alle spalle di Calle Halfvarsson, conquistando la finale. Nella gara per il podio, ottima la condotta di gara del poliziotto di Nus, che rispondeva con brillantezza ai tentativi di allungo dello svedese. Il plotoncino si sgranava e, all’entrata del rettilineo finale, soltanto Pellegrino rimaneva nelle code dell’imprendibile svedese. Vittoria di Calle Halfvarsson, secondo Pellegrino e terzo il norvegese Martin Johnsrud Sundby. Soltanto Pellegrino si era qualificato per le batterie; gli altri azzurri: 42° Enrico Nizzi (Cse); 62° Francesco De Fabiani (Cse); 73° Fabio Pasini (Cse); 79° Maicol Rastelli (Cse).

Al femminile, unica nelle trenta la trentina dei Carabinieri, Gaia Vuerich. Vinta la sua batteria dei quarti, in semifinale, con ottime probabilità di entrare nelle migliori sei, la Vuerich ha rotto un bastoncino, incidente che le ha precluso la finale. La Vuerich ha concluso 9°, dopo aver fatto segnare il 12° crono in qualifica. Le altre azzurre: 36° Elisa Brocard (Cse); 56° Greta Laurent (Fiamme Gialle).

Il Tour de Ski prosegue, venerdì 31 e sabato 1 gennaio, a Lenzerheide (Svizzera), con la disputa della Sprint skating e della Mass start in classico; venerdì 3, con la Dobbiaco – Cortino, Inseguimento tecnica libera; il 4 e 5 gennaio, in Val di Fiemme, con l’Individuale in alternato e l’Inseguimento skating, con la durissima salita all’Alpe Cermis.