Prima Consulta dei presidenti degli Sci club valdostani, venerdì pomeriggio, che ha visto una buona partecipazione: 25 dei 48 sodalizi della Valle d’Aosta rappresentati, con il presidente Marco Mosso a snocciolare attività e obiettivi del Comitato in questi primi mesi dall’insediamento del nuovo direttivo.

La prima parte dell’incontro incentrato sul nuovo portale Fisi per tesseramento atleti e gestione delle gare. Il presidente Mosso ha sottolineato il non facile utilizzo del nuovo sito, soprattutto per i club di piccole dimensioni, e si è detto disponibile a calendarizzare una serie di incontri con le segretarie del Comitato per istruire gli addetti degli Sci club.

Si è poi parlato della nuova normativa sulla privacy e il trattamento dei dati sensibili da parte degli Sci club e, anche in questo caso, il Comitato sarà a disposizione per chiarimenti e, eventualmente, organizzare una serata con un consulente per spiegare le nuove normative. Si è proseguito con un’altra nuova normativa, quella riferita alla gestione e stoccaggio delle armi e delle munizioni del Biathlon; Marco Mosso ha ringraziato la Questura di Aosta, che è stata di grande aiuto nel capire e dirimere gli aspetti maggiormente complicati delle norme contenute nel decreto legislativo che regola la questione.

Si è poi parlato di assistenza medica durante lo svolgimento delle competizioni, dei medici presenti in pista, delle coperture assicurative, dell’assicurazione aggiuntiva per gli atleti degli Sci club, stipulata dal Comitato Asiva, dei regolamenti dell’attività agonistica. Un della serata è stato dedicato all’aggiornamento degli allenatori; nel programma del Comitato valdostano è di poter arrivare quanto prima ad avere tutti i componenti delle commissioni aggiornati. Cosa altamente auspicabile in quanto, nelle commissioni tecniche Asiva, si decide l’attività e i regolamenti della stagione, ed è indispensabile che chi decide sia perfettamente allineato ai regolamenti federali. Il presidente Marco Mosso ha poi ricordato gli appuntamenti di Coppa del Mondo che saranno disputati in Valle d’Aosta: il 21 e 22 dicembre lo Snowboardcross a Breuil-Cervinia; il 20 e 21 gennaio, a La Thuile, il Telemark e, il 16 e 17 febbraio, a Cogne, il Fondo. Mosso ha poi ricordato che il prossimo 19 ottobre, a Cogne, ci sarà la seconda ispezione della Fisi.

Si è parlato poi dei progetti FuturAsiva, definitivi sia da Marco Mosso, sia dai responsabili di settore presenti in sala, altamente formativi per atleti e tecnici, e di fondamentale importanza nei momenti della preparazione estiva. Progetto FuturAsiva che coinvolge le categorie Children di Sci alpino, Fondo e Biathlon, allenamenti che mettono a confronto idee e lavoro ‘sul campo’ dei tecnici del Comitato e degli Sci club. La conclusione con le domande delle società è stata preceduta dalla comunicazione di Marco Mosso che ha reso noto che la Fisi ha creato un gruppo di lavoro per portare in Fisi le proposte dei presidenti ‘del territorio’; della commissione fanno parte i vicepresidente Fisi, Pietro Marocco e Angelo Dalpez, e lo stesso presidente Asiva, Marco Mosso.

com _ 042 – 19